Breaking News
{"effect":"\u201dfade\u201d","fontstyle":"x-small","autoplay":"true","timer":4000}
;

Lion Air JT610: sospese le ricerche delle vittime

Lion Air JT610: sospese le ricerche delle vittime

In data 10 Novembre 2018 sono state sospese le ricerche delle vittime del volo Lion Air JT610. Il disastro aereo si è verificato il 29 Ottobre 2018, quando il Boeing 737 Max 8 della compagnia indonesiana si è inabissato nel Mare di Giava, con a bordo 189 persone. Le cause dell’incidente aereo sono da attribuirsi a problemi tecnici ed, in particolare, alla trasmissione errata dei dati in merito alla velocità e all’angolo di incidenza.

lion air jt610

Disastro aereo Lion Air JT610: i dati erronei su velocità ed angolo di incidenza

Mentre la FAA indica che il motivo per il quale i dispositivi di bordo avrebbero mostrato informazioni erronee sia da attribuirsi al Software che elabora i dati, la Boeing ha emesso un comunicato inerente alle procedure di sicurezza da applicare nel caso in cui si verifichino lo stesso tipo di problematiche sui 737 Max 8.

Dopo il ritrovamento della scatola nera contenente i dati di volo, è stato infatti possibile determinare con certezza che i piloti del velivolo PK-LQP ricevettero informazioni sbagliate su velocità ed angolo di incidenza. Pertanto, è altamente probabile che il volo JT610 sia entrato in fase di stallo e che i piloti abbiano tentato di uscirne, andando però a scontrarsi con le acque del Mare di Giava. Questa ipotesi trova conferme anche nell’analisi preliminare che è stata fatta sulla fusoliera principale del Boeing.

lion air jt610

Anche se l’Indonesia ha fermato la ricerca dei resti delle vittime, si cerca ancora la seconda scatola nera, contenente le registrazioni delle conversazioni. Le ricerche si fermano a 196 campioni di resti rinvenuti e 77 identificazioni.