Breaking News
{"effect":"\u201dfade\u201d","fontstyle":"x-small","autoplay":"true","timer":4000}
;

Aerei Elettrici a corto raggio: la scommessa di EasyJet e Virgin Atlantic

Aerei Elettrici a corto raggio: la scommessa di EasyJet e Virgin Atlantic

Johan Lundgren, Amministratore delegato di EasyJet, ha comunicato che la compagnia aerea low cost sta lavorando per poter utilizzare, in un prossimo futuro, aerei elettrici a corto raggio. Per raggiungere l’obiettivo, la compagnia britannica ha stretto un’alleanza con la Virgin Atlantic e con la Wright Electric. Quest’ultima è una startup americana che sta progettando velivoli alimentati a batterie elettriche in grado di coprire il raggio di 300 miglia.

La svolta, soprattutto per le compagnie low cost, sarebbe quella di poter risparmiare sul carburante, per lo meno per quanto concerne i voli più brevi. In particolare, le tratte europee sarebbero quelle di maggior interesse per EasyJet, in particolare quelle che collegano le capitali d’Europa con Londra.

Il progetto dovrebbe realizzarsi entro il 2027, ma la Wright Electric, che ha già realizzato un velivolo elettrico biposto, sta lavorando anche per la realizzazione di un aereo da nove posti, il cui lancio dovrebbe avvenire nel 2019.

I vantaggi degli aerei elettrici, secondo la startup americana, sarebbero legati non solo al risparmio delle compagnie aeree (costi ridotti del 10%), ma anche all’efficacia dei motori, che saranno più piccoli rispetto a quelli tradizionali a carburante. Si stimano inoltre migliori prestazioni a quote più elevate, laddove la resistenza dell’area è inferiore, a differenza dei motori tradizionali. E’ stata anche stimata una una riduzione del rumore del 50%,

Infine, l’Unione Europea ha comunicato che le emissioni di carburante che proviene dagli aerei rappresenta il 4% dei gas serra, ma con l’introduzione degli aerei elettrici potrebbe verificarsi una concreta riduzione dell’emissione di questi gas.